Arezzo giugno 2012 presso Agazzi: "CAMMINIAMOCI" - HOMBU-DOJO Asd Arezzo - Scuola di Karate e difesa personale

Vai ai contenuti

Menu principale:

Arezzo giugno 2012 presso Agazzi: "CAMMINIAMOCI"

PROGETTO K.A.D.A. > Rassegna stampa locale




IL KADA (Karate Adattato ai Diversamente Abili) incontra
“CAMMINIAMOCI 2012” ad Agazzi (Arezzo)



Arezzo, giugno 2012

Un altro evento ha visto la partecipazione del gruppo KADA (Karate Adattato ai Diversamente Abili) della ASD Hombu-Dojo,
in occasione dell’incontro organizzato dall'ASSOCIAZIONE ALL STARS per la festa di fine anno in seno al “Progetto Scuola Special Olympics” e “CAMMINIAMOCI 2012”.

Il progetto KADA è il progetto che la ASD Karate-do Shotokan Shonen di Arezzo sta sviluppando in ambito nazionale con la
collaborazione delle associazioni di karate a lei vicine con l’obbiettivo di mettere a fattor comune le esperienze di ognuno per poterle organizzare in un contesto più ampio.

Gli spazi dell’Istituto Privato di Riabilitazione “Madre della Divina Provvidenza” dei Padri Passionisti di Agazzi, hanno ospitato il mese di giugno tanti
bambini e adolescenti che hanno svolto attività motorie rivolte all’integrazione sociale.
A pieno titolo, a condividere gli ideali di aggregazione sociale della manifestazione, i ragazzi del KADA hanno partecipato esibendosi in un Kata (forma),
che di fatto è la rappresentazione motoria  dei tanti esercizi svolti durante i loro allenamenti.
L’incontro avvenuto ad Agazzi è stato importante per i ragazzi del KADA che, hanno potuto confrontarsi con altre persone ed altre attività svolte in questa
giornata di festa come il pattinaggio, l’equitazione, il calcio e il basket ecc.


alcuni ragazzi del gruppo KADA con il loro Tutor



Il progetto KADA nasce per avvicinare i disabili al mondo del Karate, adattandone le metodiche e le didattiche alle varie
disabilità cognitivo-fisiche con il fine di migliorare la coordinazione, l’equilibrio e quindi in ultima analisi, conferire maggiori autonomie ai praticanti.

 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu