PAGINA DEDICATA AI PERIODICI CORSI PER ASPIRANTI ISTRUTTORI - HOMBU-DOJO Asd Arezzo - Scuola di Karate e difesa personale

Vai ai contenuti

Menu principale:

PAGINA DEDICATA AI PERIODICI CORSI PER ASPIRANTI ISTRUTTORI

CORSI ARBITRI - UFFICIALI DI GARA - ISTRUTTORI

Stage e Corsi per chi già insegna o che vuole iniziare ad insegnare


aperte le iscrizioni per il conseguimento della qualifica di allenatore, istruttore e maestro di karate tradizionale


MODULO FORMATIVO PER LE QUALIFICHE DI:
ALLENATORE - ISTRUTTORE - MAESTRO - DI KARATE TRADIZIONALE (stili classici Shito-ryu - Wado-ryu - Shotokan - Gojo-ryu e altri stili tradizionali)

IMPORTANTE:
I RITENUTI IDONEII, OLTRE AL DIPLOMA DI QUALIFICA RICONOSCIUTO DAL CONI, POTRANNO OTTENERE IL RICONOSCIMENTO INTERNAZIONALE WTKF (World Traditional Karate-do Federation) KWF - IJKA - TRAMITE ACKTI (Ass.Culturale Karate-do Tradizionale Italia) DEL GRADO CONSEGUITO CON IL PRESENTE CORSO. Il corso è aperto anche a chi già in possesso delle qualifiche di cui sopra  (ma in ambito sportivo), e comunque interessato ad acquisire le competenze necessarie nell'ambito del karate tradizionale

Requisiti per il conseguimento della qualifica di:
Allenatore:

aver compiuto di 18 anni di età
essere in possesso del Diploma di Scuola Media Inferiore
essere in possesso della cintura nera  1° Dan.(  Si può accedere al corso anche con il grado di 1 Kyu (cintura Marrone)  previo sostenere l’esame di 1° Dan prima di quello per la Qualifica);non aver riportato condanne penali; idoneità fisica



Istruttore :

aver compiuto 25 anni  di età
essere in possesso almeno della cintura nera 2° Dan
essere in possesso della qualifica di allenatore da almeno due anni non aver riportato condanne penali;  idoneità fisica



Maestro:

aver compiuto 40 anni di età
essere in possesso della cintura nera 4 Dan
essere in possesso della qualifica di Istruttore da almeno cinque anni non aver riportato condanne penali; ( vedi art. 5 dello Statuto Nazionale) idoneità fisica allo svolgimento della funzione



Organizzazione:

Il Corso  è organizzato dalla Commissione Formazione Tecnica   ACKTI Associazione Culturale Karate-do Tradizionale Italia



Ore di teoria e pratica:  

Allenatore   complessivamente     40 ore annue
Istruttore    complessivamente     80 ore annue
Maestro     complessivamente      90 ore   annue

la partecipazione a stages specifici, quando indicato, concorreranno al raggiungimento del monte ore indicato



Obbiettivi:  

Fornire gli elementi identificativi dell'insegnante di karate-do tradizionale che oltre al doveroso bagaglio tecnico legato alla psicomotricità classica, dovrà padroneggiare i principi del karate-do tradizionale basati su dinamiche ben definite legate al movimento ed utilizzo dell'anca, della spinta del piede verso terra, il concetto del todome waza. Saranno inoltre forniti elementi di cultura generale sul Giappone, e specifici sulla storia e filosofia del karate, la genealogia degli stili e dei kata.



Docenti :

Staff  Tecnico facente parte della Commissione Formazione  ACKTI
Criteri di giudizio in sede di esame:
Tramite l'esame finale dovrà essere accertata l'effettiva acquisizione di tutti gli elementi necessari     da parte del candidato affinché disponga degli elementi didattici per strutturare corsi e seminari di karate-do tradizionale
 


Esame:  Teorico  Pratico  
l'esame si compone di elementi sia teorici  che pratici, atti a valutare l'effettiva capacità del candidato a sostenere sia una singola lezione che un programma didattico strutturato secondo i principi del karate-do




Valutazione:

salvo  eccezioni ove si riscontrassero particolari carenze settoriali, il giudizio espresso in merito alla IDONEITA' o MENO del candidato, sarà in considerazione dell'insieme delle competenze acquisite
I ritenuti idonei  verranno inseriti nei Ruoli Tecnici ACKTI ed avranno la possibilità di attivare la procedura per il riconoscimento del grado ottenuto in ambito internazionale da parte della WTKF - KWF - IJKA tramite l'ACKTI Associazione Culturale Karate-do Tradizionale Italia.
  


AREA PSICOLOGICA

1.   Tecniche di gestione dello stress, lo stress da gara, lo stress nella difesa personale
2.   psicologia della comunicazione; la comunicazione adattata
3.   eustress e distress
 


METODOLOGIA DELL’ ALLENAMENTO  

1. Programmazione didattica:
 KATA, KIHON, KUMITE, l'allenamento funzionale e l'allenamento specifico nel karate tradizionale
2. Metodologia dell'allenamento e dello sviluppo delle capacità coordinative in funzione delle varie fasce di età
3. allenamento specifico ed allenamento aspecifico
4. HOJO UNDO: gli esercizi supplementari di allenamento e condizionamento
5. MICROCICLO  MESOCICLO  MICROCICLI  MACROCICLO



ANATOMIA

1. Muscoli
2. Apparato digestivo
3. Sistema cardiocircolatorio
4. Sistema respiratorio   
5. Sistema nervoso
6. Sistema scheletrico
7. Fisiologia del movimento
8. Alimentazione e attività fisica



PRIMO SOCCORSO:

BLS E BLSD: con rilascio di relativo attestato con validità legale  da parte dell'organismo competente



TEORIA E PRATICA  DEL KARATE DO

1. Storia e genialogia del karate tradizionale
2. KARATE NI SENTE NASHI: il significato profondo di uno dei principi fondamentali del karate tradizionale
3. il DOJO KUN e il NIJU KUN, principi e precetti del karate-do
4. il saluto
2. Terminologia giapponese
3. Programmi Tecnici
4. studio dei principi dei kata superiori ed heian
5. il concetto di autodifesa: il GOSHIN-DO.              
6. Teoria e Pratica del regolamento arbitrale WTKF - IKA - IJKA e KWF e genericamente: le competizioni shobu ippon, criteri di giudizio e valutazione del kata individuale e a squadre, il kogo kumite, il fukugo
7. punti focali nello studio di KATA – KIHON - KUMITE
8. Le varie tipologie di kumite.



AREA ASSOCIAZIONISTICA   

argomenti:
1. Aspetti giuridici e fiscali delle società sportive.
2. Registro CONI
3. privacy: corretto trattamento dei dati relativi ai soci
4. coperture assicurative.
5. Marketing e comunicazione: come trasferire al meglio il concetto di karate tradizionale; mezzi e strategie
6. Responsabilità civili e penali relativamente alle attività associative







 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu